Italia
01 Settembre 2020

Arriva l’autunno: alla scoperte delle Langhe e dei paesaggi infuocati

L’estate sta finendo, le temperature iniziano ad abbassarsi e le foglie iniziano a tingersi di oro, arancio e rosso: è arrivata la stagione dei weekend improvvisati, delle mattinate tra nebbia e colline e di tramonti infuocati.

Tra le mete più consigliate e classiche della stagione, spicca sicuramente il Piemonte: incoronato dalla classifica “Best in travel” di Lonely Planet 2019 come la regione più bella del mondo, questa zona italiana può facilmente raggiungere subito la prima posizione nelle località da visitare in questo strano e complicato autunno 2020.

Una delle mete da non perdere quando finisce l’estate, infatti, sono sicuramente le Langhe, o la “Langa” in piemontese.

Si tratta di un esteso sistema collinare situato tra Cuneo e Asti, confinante con Roero e Monferrato, e definito dai fiumi Tanaro, Belbo, Bormida di Millesimo e Bormida di Spigno.
Questo territorio incorniciato dalle Alpi è incluso nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità e si divide in tre aree:

  • Bassa Langa, zona di vini e tartufi
  • Alta Langa, zona di nocciole e formaggi
  • Langa Astigiana, a sud di Asti nota soprattutto per i vini

Castelli medievali, gastronomia eccelsa, passeggiate tra i vigneti nel dorato sole del tramonto sono solo alcune delle attrazioni principali della Langa. D’autunno, con le foglie che iniziano a tingersi d’oro, lo spettacolo che queste colline regalano lascia senza parole e senza fiato.

L’alternarsi di lunghe file di vigneti della Bassa Langa ai paesi situati in cima alle colline nell’Alta Langa creano uno spettacolo davvero incredibile.

Tra colline, paesi, antichi borghi, enoteche e grandi tradizioni, la Langa è sicuramente il luogo adatto per tutti gli amanti della natura, della gastronomia e dell’arte.

Tra le curiosità più diffuse in questo 2020 c’è la caccia alle panchine colorate e giganti: “S’i t’è dabsogn ed tirè un po’ el fia set-te sì ensima e it sentirè torna masna” (=Se hai bisogno di tirare il fiato, siediti qui sopra e ti sembrerà di tornare bambino).

Il Big Bench Community Project, un progetto no profit pensato per sostenere il territorio, è nato appunto dall’idea delle panchine giganti di Chris Bangle e divenute simbolo dell’Alta Langa. Il BBCP è un simpatico progetto per andare a caccia di nuovi scorci su un terreno accessibile al pubblico. L’idea è quella di rispettare lo spirito social con cui era nata la prima panchina nel lontano 2010: ovvero, non un’installazione privata, ma la parte di un’esperienza collettiva che tutti possono condividere e sperimentare venendo in queste meravigliose zone. In sostanza, è una divertente caccia al tesoro con tanto di passaporto da timbrare ad ogni nuova panchina. Al momento, ne esistono oltre 100 in tutta Italia e oltre 80 nel solo Piemonte.

Se si vuole iniziare questo particolare tour delle Langhe, è consigliato partire da Monforte d’Alba e di informarsi bene sul sito di Big Bench Community Project dato che la mappa delle panchine giganti delle Langhe è in continuo aggiornamento.

Ad affiancare le panchine giganti e colorate, da qualche tempo, tra le vigne hanno iniziato a diffondersi anche le matite colorate, anch’esse di grandi dimensioni. L’idea, come per quanto riguarda le panchine, è quella di promuovere il territorio, attirando turisti e curiosi a caccia di novità. La Vigna dei Pastelli situata a Coazzolo, permette di rilassarsi camminando tra le vigne e tra i colori, con la possibilità di assaggiare anche il buon Moscato proveniente proprio da quei filari.

Se si preferisce invece un “tour” più classico, è possibile staccare la spina tra le tantissime spa, resort e ristoranti presenti in tutto il territorio. In Langa, infatti, è possibile trovare strutture adatte ad ogni tasca.
Tra i numerosi borghi della zona spiccano i paesi Alba, Barolo, la Morra, Neive, Novello e Cherasco. Nel vicino Roero, invece, è da non perdere la zona di Bra. Ogni luogo merita di essere visto almeno una volta nella vita. E, dato che uscire dall’Italia e dall’Europa non è particolarmente consigliato, forse in questo 2020 si può approfittare della situazione per ammirare l’incanto della nostra bella Italia.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
17 Giugno 2021
leggi tutto
Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
10 Giugno 2021
leggi tutto
Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
31 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
24 Maggio 2021
leggi tutto
Tempo di vacanze: conoscete già l'Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
19 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Sonnenhof: un'oasi di wellness in una location strategica
14 Maggio 2021
leggi tutto
Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
11 Maggio 2021
leggi tutto
Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
09 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
07 Maggio 2021
leggi tutto
Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
04 Maggio 2021
leggi tutto
E' consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
30 Aprile 2021
leggi tutto
Le foreste rinascono dai fondi del caffè
28 Aprile 2021
leggi tutto
Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
23 Aprile 2021
leggi tutto
Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
20 Aprile 2021
leggi tutto
Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
17 Aprile 2021
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social