Moda
27 Gennaio 2020

33 capi per 3 mesi: Project 333, una sfida per sentirsi più leggeri

Siamo sempre più una popolazione stressata e abituata a vivere in un’era di consumismo fatta di shopping sfrenato, immediatezza, velocità ed inevitabilmente armadi sempre troppo pieni. Esiste chi invece, ha deciso di optare per una vita dedita all’essenzialità e alla semplicità semplificando non solo lo spazio fisico ma anche quello mentale: un modo di vivere che viene identificato come minimalista.

In molti dicono che adottare uno stile minimal possa aiutare ad allontanarsi dagli eccessi materiali gestendo e migliorando l’organizzazione sia mentale che fisica. Per questo è nato “project 333”,detto anche “guardaroba capsula”, che basandosi su una finalità minimalista, etica e sostenibile sostiene un approccio particolare proponendo di vestire per 3 mesi solo con 33 capi, accessori inclusi.

www.joycecloset.ca

Una vera sfida creata dall’americana Courtney Carver, non solo per diminuire il guardaroba ma anche per avvicinarsi ad un modo di vivere essenziale, una filosofia di vita che cambia totalmente le priorità personali.

La prima regola di “project 333” sta nel passare in rassegna l’intero armadio per scegliere 33 tra vestiti, accessori e scarpe che accompagneranno i successivi 3 mesi. Capi da analizzare scrupolosamente per verificarne sia la versatilità che il possibile abbinamento tra di loro.

www.habitante.it

In base alle regole il resto del guardaroba non va gettato ma va inscatolato e messo da parte in vista dei 3 mesi successivi in modo da non cadere in futili tentazioni. Infatti, secondo Courtney Carver 33 sarebbe il numero di capi perfetto e decisamente sufficiente per avere un armadio funzionale ed organizzato per qualsiasi stagione, accessori compresi

La magica cifra dei 33 capi, per quanto possa sembrare una sfida difficile, aiuterebbe a vivere con meno stress, in modo più libero, leggero e di conseguenza più confortevole, imparando ad apprezzare quello che si possiede per scoprire ciò che conta davvero e senza incorrere in acquisti impulsivi.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
13 Luglio 2020
leggi tutto
Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
12 Luglio 2020
leggi tutto
Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
09 Luglio 2020
leggi tutto
Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
08 Luglio 2020
leggi tutto
Da aerei e droni, "bombe di semi" contro la deforestazione in Thailandia
07 Luglio 2020
leggi tutto
Isole Borromee: le tre incredibili 'perle' del lago Maggiore
06 Luglio 2020
leggi tutto
Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
03 Luglio 2020
leggi tutto
Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
02 Luglio 2020
leggi tutto
Garda See Charter: tra l'arte del navigare e un'avventura sportiva
01 Luglio 2020
leggi tutto
“Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
29 Giugno 2020
leggi tutto
Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
27 Giugno 2020
leggi tutto
Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
25 Giugno 2020
leggi tutto
“ Sentiero dei Parchi”: presto anche l'Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
24 Giugno 2020
leggi tutto
“Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
22 Giugno 2020
leggi tutto
Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
21 Giugno 2020
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social