Tecnologia
27 Novembre 2019

Il traffico pedonale può illuminare interi palazzi per ore grazie alle piastrelle “smart”

Il movimento e in particolare camminare porta ad un dispendio di energie ma anche ad un accumulo di circa 5 watt al passo. Questa è l’idea base su cui negli ultimi anni alcune società nazionali ed internazionali hanno lavorato per sviluppare tecnologie altamente innovative capaci di produrre elettricità pulita semplicemente camminando su un pavimento.

Si tratta di un sistema innovativo che eroga elettricità data dalla semplice pressione esercitata dai piedi su di un particolare pavimento dotato di piastrelle intelligenti dette anche “smart” che, consentendo alla superficie di abbassarsi di pochi millimetri per poi ritornare al proprio posto, generano energia. Le piastrelle smart possono essere inserite ovunque ci sia traffico pedonale dato che il materiale per l’accumulatore della tensione è in plastica ed è integrabile facilmente con quelli più utilizzati come legno e piastrelle.

Considerando che una strada affollata può ricevere più di 50.000 passi al giorno una tecnologia di questo tipo potrebbe avere infinite possibilità tecnologiche: Negli ultimi anni alcune società italiane sensibili alle infinite potenzialità tecnologiche derivanti dall’energia cinetica, hanno sviluppato la tecnica capace di creare energia elettrica totalmente riciclabile e completamente accumulabile attraverso l’uso di batterie dedicate.

www.inhabitat.com

Secondo alcuni studi di settore, in una zona pedonale abbastanza trafficata si può arrivare a produrre circa 2,1 kw all’ora. In particolare i primi test dimostrano che 5 ore in una strada affollata permettono di illuminare una fermata dell’autobus per più di 12 ore.

In città molto sviluppate come Londra, le piastrelle smart sono già in funzione in particolare tra Oxford street e Barrell street dove le camminate dei pedoni sono sempre in funzione, riuscendo ad illuminare per ore intere palazzine. A sorprendere sono però le Suistainable Energy floor delle intere piattaforme adibite a carica batterie umano. Si tratta di una piattaforma composta da tanti moduli connessi tra di loro attraverso un sistema di congiungimento magnetico.

Questo tipo moduli, sono completamente riciclabili e integrabili con le normali pavimentazioni rendendoli una tecnologia applicabile in qualsiasi luogo con alto afflusso pedonale: dai centri commerciali, stadi, stazioni e aeroporti fino agli spazi all’aperto come i giardini pubblici. Un’ottima soluzione rivolta sopratutto ad enti pubblici o grandi enti privati per un prezzo che può arrivare fino ad 80.000 euro minimizzando però costi e impatto ambientale.

 

Immagine di copertina da: fanpage.it

Tecnologia
Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici

Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero...

31 Marzo 2020
Tecnologia
Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia

Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed...

24 Marzo 2020
Tecnologia
Autostrade per l'Italia: 2020 - 2023 pronto un piano strategico per abbattere le emissioni

Nell'ultimo decennio tra gli ormai conclamati problemi climatici e le rigide norme anti – inquinamento, tutto il settore dei trasporti ha subito importanti trasformazioni per riuscire a minimizzare l'impatto che...

10 Marzo 2020
Tecnologia
Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa

Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall'essere d'ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i...

10 Febbraio 2020
Tecnologia
Nuova collaborazione uomo – robot: arriva la tuta hig- tech che migliora il luogo di lavoro

Saghe cinematografiche, divulgazioni scientifiche e frequenti dibattiti: Il rapporto uomo - macchina è sempre stato uno dei temi più delicati, discussi e indubbiamente affascinanti della società. In molti ormai sostengono...

21 Gennaio 2020
Archivi
calendar
Ultimi articoli
Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
03 Aprile 2020
leggi tutto
Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
03 Aprile 2020
leggi tutto
Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
02 Aprile 2020
leggi tutto
Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
02 Aprile 2020
leggi tutto
Torino: l'evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
01 Aprile 2020
leggi tutto
Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
01 Aprile 2020
leggi tutto
Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
31 Marzo 2020
leggi tutto
Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta "adottandoli"
30 Marzo 2020
leggi tutto
Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
30 Marzo 2020
leggi tutto
Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
25 Marzo 2020
leggi tutto
Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
25 Marzo 2020
leggi tutto
Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
24 Marzo 2020
leggi tutto
Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
23 Marzo 2020
leggi tutto
Cascata "rosso sangue" in Antartide, uno spettacolo della natura
23 Marzo 2020
leggi tutto
Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
20 Marzo 2020
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social