Natura e Ambiente
29 Dicembre 2019

Le pietre viaggiatrici: l’affascinante fenomeno naturale nella Death Valley

The Death Valley, la Valle della morte, un nome che nonostante tutto incuriosisce e affascina molti turisti di ogni angolo del mondo. Nome guadagnato sul campo quando questo luogo fu teatro della fine di un gruppo di cercatori d’oro che non riuscirono più a trovare la via di ritorno.

La Death Valley, adesso Parco Nazionale protetto rappresenta qualcosa di inimitabile, una destinazione ideale per chi ama emozionarsi davanti paesaggi semplicemente unici al mondo. Pur trovandosi in territorio californiano si presta ad essere facilmente raggiunta dalla città dei giochi, Las Vegas, in Nevada da cui la separano circa 230 km.

In questa terra definita anche la valle degli estremi a causa delle temperature estive decisamente inospitali, tra i vari punti di interesse incuriosiscono le incisioni rupestri, le città fantasma, le miniere d’oro abbandonate, i magnifici paesaggi ma sopratutto uno dei fenomeni più affascinanti e suggestivi della natura: le pietre mobili o erranti.

www.visitcalifornia.com

Pietre che, senza l’intervento di uomini o animali sembrano essere dotate di un movimento autonomo lasciando dietro di loro delle lunghe scie sulla superficie desertica del lago che variano da pochi metri a decine di metri. Il movimento della pietra ha inizio generalmente ogni 2 -3 anni e può proseguire per altri 3-4. Fino a poco tempo fa il motivo delle lunghe scie lasciate dalle rocce era sconosciuto ma a seguito di approfonditi studi, alcuni ricercatori sembrano aver trovato la risposta a questo enigma: Sarebbero degli strati di ghiaccio che si formano nel lago asciutto, dopo che il letto si è riempito di acqua piovana la causa delle lunghe scie.

Infatti, il movimento avverrebbe quando la zona è abbastanza colma d’acqua piovana, tanto da gelarsi di notte formando dei sottili strati di ghiaccio che riescono a spostarsi galleggiando e, quando il giorno dopo il sole scioglie il ghiaccio e il vento le sposta attraverso il bacino del lago, i blocchi di ghiaccio colpiscono le pietre che vengono spinte sulla superficie fangosa lasciando le caratteristiche e curiose scie. Un affascinante fenomeno naturale, i meravigliosi paesaggi, e le molte curiosità rendono la Death Valley un luogo ancora più mistico e suggestivo.

www.wildtrekking.com

Archivi
calendar
Ultimi articoli
“Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
16 Febbraio 2020
leggi tutto
Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d'impresa
14 Febbraio 2020
leggi tutto
Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Bhutan: l'incredibile fascino del Paese più felice del mondo
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
11 Febbraio 2020
leggi tutto
Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
10 Febbraio 2020
leggi tutto
Parco giochi per anziani: l'incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
09 Febbraio 2020
leggi tutto
Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
08 Febbraio 2020
leggi tutto
Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
07 Febbraio 2020
leggi tutto
I cani al lavoro con il padrone, Unicredit ed il successo del pet-friendly
06 Febbraio 2020
leggi tutto
Dall'Italia pronto un test europeo per la diagnosi del Coronavirus
05 Febbraio 2020
leggi tutto
Due mari che si abbracciano, ma che mai si uniscono, le sorprese della natura
04 Febbraio 2020
leggi tutto
Lego Braille Bricks: la prima serie di mattoncini Lego per bambini non vedenti
03 Febbraio 2020
leggi tutto
Cosa c’è di meglio di una buona tazza di the caldo?
02 Febbraio 2020
leggi tutto
Giardino verticale, un toccasana per la salute ed il benessere in casa
01 Febbraio 2020
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social