Scienza
01 Marzo 2020

L’Italia rischia di essere piegata più dalla psicosi che dal Covid-19

Il Covid-19 continua a mietere vittime e non si tratta solo di reali malati.

In quesi ultimi giorni, in Italia, stiamo assistendo ad una vera e propria psicosi collettiva.
Tra gli scaffali vuoti al supermercato, le piazze deserte, il gel Amuchina che raggiunge prezzi a dir poco assurdi quando rivenduto e la paura del virus stesso, l’Italia sta per essere letteralmente messa in ginocchio.

Le contraddizioni, i paradossi, i media che dipingono scenari apocalittici, le Fake news che invadono i Social Network, sono tutti tasselli di una situazione drammatica e da cui l’Italia rischia di non riprendersi tanto facilmente.
Come ben sappiamo, durante queste ultime giornate sono tantissime le persone che sono state trovate positive al Coronavirus, soprattutto nel Nord Italia. Ma risultare positivi ad un controllo non significa necessariamente essere malati e, tra l’altro, non vuol nemmeno dire che si finirà per forza di cose per morire.

E’ vero, i decessi sono numerosi, i contagiati sono oltre 350 e l’Italia è attualmente nella Top3 dei paesi europei con più casi. Ma siamo davvero il Lazzaretto d’Europa come geniamo dipinti sui Social soprattutto da nazioni vicine come Francia e Germania? La risposta è “No”. Se il virus del Covid-19 ha un’incubazione di circa 2-3 settimane, il boom di casi attuali è dato dal fatto che le persone che lo hanno contratto ne sono rimaste infettate ancora 2 o 3 settimane fa. Tutta la prevenzione attuale (guanti, mascherine, disinfettanti, quarantena, etc) serve per limitare il diffondersi della malattia ma soprattutto per tutelare coloro che soffrono già di altre patologie. L’italiano medio deve comprendere che non stiamo arrivando alla situazione di caos e desolazione di “io sono leggenda” o di “the walking dead”. La primavera è alle porte ed il Coronavirus, così come l’influenza stagionale, verranno presumibilmente “archiviati” almeno fino al prossimo autunno, dando così modo agli scienziati ed a chi di competenza di continuare a lavorare per una cura.

La scia di “vittime” da Covid-19 in Europa è solo all’inizio, statisticamente parlando dopo aver dato un’occhiata alle accurate mappe riguardanti la diffusione del virus in Cina. Al momento potremmo rientrare in una triste classifica, ma di certo le regioni centrali d’Europa hanno poco da puntare il dito contro l’Italia.
Senza entrare nel dettaglio delle dinamiche con cui si è fatta una campagna di prevenzione, al momento la cosa importante è non lasciarsi prendere dal panico. Se una persona starnutisce, non vuol dire che abbia contratto il virus. Inoltre, è bene seguire i consigli diffusi dalla Sanità: non andare in luoghi affollati, evitare il Pronto Soccorso, lavarsi le mani e mantenere un certo decoro in caso di tosse o raffreddore.

Non si tratta di peste nera, non ci troviamo a vivere con le norme sanitarie (inesistenti) del 1300, la mortalità è al di sotto del 10% (e riguarda prevalentemente persone già affette da altre patologie) ed il numero di persone che guariscono continua a salire. Bisogna essere positivi e seguire le norme igieniche come si dovrebbe fare sempre e non solo per paura di contrarre il Coronavirus. 
Non è leggerezza ma semplice pragmatismo. Creare situazioni apocalittiche non sarà né di aiuto né ci farà fare una bella figura davanti al resto del mondo.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
Orange Wine: l’affascinante vino arancione torna di tendenza
23 Giugno 2021
leggi tutto
Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
17 Giugno 2021
leggi tutto
Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
10 Giugno 2021
leggi tutto
Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
31 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
24 Maggio 2021
leggi tutto
Tempo di vacanze: conoscete già l'Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
19 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Sonnenhof: un'oasi di wellness in una location strategica
14 Maggio 2021
leggi tutto
Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
11 Maggio 2021
leggi tutto
Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
09 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
07 Maggio 2021
leggi tutto
Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
04 Maggio 2021
leggi tutto
E' consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
30 Aprile 2021
leggi tutto
Le foreste rinascono dai fondi del caffè
28 Aprile 2021
leggi tutto
Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
23 Aprile 2021
leggi tutto
Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
20 Aprile 2021
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social