Benessere e Salute
29 Ottobre 2019

Le doppie facce del caffè: amico degli italiani ma non troppo

Durante la mattina della maggior parte degli italiani il rumore dei cucchiaini che si agitano nelle
tazzine di porcellana accompagna con un’ armonia perfetta il profumo del caffè.
Chi lo prende al bar accompagnato da un cornetto, chi a casa con la moka, ma senza di lui per molti la giornata non può cominciare.
Il caffè segue poi l’italiano fino a sera, dal dopo – pasto alle varie pause di lavoro e di studio.
Stando ai numeri, questa tradizione non si limita solo alla nostra penisola infatti, ogni giorno nel mondo si contano circa 1,5 miliardi di tazze di caffè bevute durante la giornata, diventando la bevanda più diffusa dopo l’acqua.
Il caffè è tanto utilizzato oltre perchè di sapore piacevole ma anche per agli effettivi positivi riscontrati sull’essere umano.
La tanto semplice quanto potente bevanda scura infatti, riduce il senso di affaticamento aumentando la concentrazione, il benessere e la memoria, insomma una carica di energia in una tazzina.

Responsabile di tale benefici è la caffeina che viene rapidamente assorbita dall’intestino ed innalza i livelli di adrenalina, ormone che provoca una moltitudine di effetti positivi, dalla stimolazione del sistema nervoso centrale alla riduzione della percezione di stanchezza, fino ad incrementare l’ossigenazione del sangue.
Tuttavia la caffeina non è contenuta esclusivamente nel caffè, ma anche in tante altre piante ed in numerosissimi alimenti come la cioccolata, bevande energetiche e molti tipi di dolci confezionati.
Quindi, alla fine della giornata la quantità ingoiata aumenta notevolmente fino a diventare nel tempo una vera e propria dipendenza con tutti i sintomi psichici e chimici che la accompagnano.

Inoltre come le droghe, anche la caffeina innalza i livelli di dopamina, sostanza che genera una sensazione di piacere all’interno dell’organismo.
Questo, porta con il tempo e con con consumo illimitato a sentirne la necessità per avere lo stesso benessere.
Non a caso il caffè in passato è stato additato dalla chiesa come bevanda del demonio per le sue proprietà eccitanti.
Il consumo di grosse quantità di caffeina porta alla condizione denominata “ caffeinismo”.
Quando per un lungo periodo si superano le 5 tazze quotidiane di caffè espresso, l’organismo inizia a sviluppare una forma di dipendenza da caffeina che può essere accompagnata da sintomi come irritabilità, insonnia, palpitazioni cardiache e mal di testa.
Possiamo dunque dire che, la caffeina, sebbene nelle giuste dosi possa avere effetti positivi, a lungo andare, esagerando può far male alla salute.

Quindi, privarsi del buon sapore del caffè caldo non è necessario ma berne qualche tazzina in meno, 3 è il numero consigliato, per lavorare meglio e sentirsi in forma, assolutamente si.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
“Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
16 Febbraio 2020
leggi tutto
Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d'impresa
14 Febbraio 2020
leggi tutto
Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Bhutan: l'incredibile fascino del Paese più felice del mondo
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
11 Febbraio 2020
leggi tutto
Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
10 Febbraio 2020
leggi tutto
Parco giochi per anziani: l'incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
09 Febbraio 2020
leggi tutto
Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
08 Febbraio 2020
leggi tutto
Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
07 Febbraio 2020
leggi tutto
I cani al lavoro con il padrone, Unicredit ed il successo del pet-friendly
06 Febbraio 2020
leggi tutto
Dall'Italia pronto un test europeo per la diagnosi del Coronavirus
05 Febbraio 2020
leggi tutto
Due mari che si abbracciano, ma che mai si uniscono, le sorprese della natura
04 Febbraio 2020
leggi tutto
Lego Braille Bricks: la prima serie di mattoncini Lego per bambini non vedenti
03 Febbraio 2020
leggi tutto
Cosa c’è di meglio di una buona tazza di the caldo?
02 Febbraio 2020
leggi tutto
Giardino verticale, un toccasana per la salute ed il benessere in casa
01 Febbraio 2020
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social