Ricette
19 Dicembre 2019

Pudding di Natale, una pietanza inglese che non può mancare durante le feste [ricetta]

Uno dei dolci natalizi per eccellenza, di quelli che spopolano sul web e sui tutorial, è sicuramente il Christmas Pudding inglese. 

Si tratta di una pietanza simile ad una torta e ad un budino super farcita di canditi ed altre piccole prelibatezze.

La ricetta non è difficile, ma richiede almeno una notte di riposo. Gli inglesi lo servono durante le feste natalizie accompagnandolo con birra, panna e cioccolata. Assaporarlo davanti al caminetto magari con le luci di Natale che illuminano la stanza, è un qualcosa che ci fa immergere della tipica cucina inglesi e nelle tradizioni britanniche.

INGREDIENTI:

  • 80 grammi di farina autolievitante
  • 180 grammi di zucchero di tipo muscovado
  • 30 grammi di farina di mandorle
  • 180 grammi di pangrattato
  • 3 uova
  • 180 grammi di burro 
  • un pizzico di sale
  • 220 grammi di uva passa
  • 220 grammi di uvetta sultanina
  • 130 grammi di canditi misti
  • 130 grammi di ciliegie dolci
  • 1/2 mela grattata
  • birra scura Guinness da 33cl
  • chiodi di garofano, anice, pepe nero, noce moscata, cannella a piacere

 

 

PROCEDIMENTO: 

Per prima cosa bisogna creare una crema sbattendo il burro e lo zucchero stando bene attenti a non lasciare grumi. Aggiungere un uovo per volta facendo attenzione ad amalgamare bene il composto. Più la pasta sarà liscia, più il dolce risulterà spumoso alla fine. Senza. Cambiare ciotola, aggiungere gli elementi secchi, ovvero la farina, il sale, la farina di mandorle ben setacciate, le spezie, i canditi, le uvette e le ciliegie. Mescolare bene il tutto e aggiungere per ultime la birra ed il pangrattato. Coprire poi la ciotola con uno straccio e lasciare a riposare almeno una notte in un luogo riparato.

La mattina dopo, accendere il forno a 150-180 gradi e spostare il composto in uno stampo per budino imburrato al fine di dargli la classica forma a cui siamo abituati ad associare il Pudding di Natale. Cuocere in forno a bagnomaria coprendo con la carta stagnola la superficie per circa 6 ore, ovvero fino a quando la superficie del Pudding non sarà scura.

Il Pudding di Natale va servito freddo insieme a gelato o panna accompagnandolo con bevande natalizie o birra.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
Hotel Sonnenhof: un'oasi di wellness in una location strategica
14 Maggio 2021
leggi tutto
Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
11 Maggio 2021
leggi tutto
Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
09 Maggio 2021
leggi tutto
Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
07 Maggio 2021
leggi tutto
Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
04 Maggio 2021
leggi tutto
E' consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
30 Aprile 2021
leggi tutto
Le foreste rinascono dai fondi del caffè
28 Aprile 2021
leggi tutto
Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
23 Aprile 2021
leggi tutto
Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
20 Aprile 2021
leggi tutto
Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
17 Aprile 2021
leggi tutto
MasonBees: la casa delle api
12 Aprile 2021
leggi tutto
Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
09 Aprile 2021
leggi tutto
Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
03 Aprile 2021
leggi tutto
Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
31 Marzo 2021
leggi tutto
Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
29 Marzo 2021
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social