Tecnologia
21 Gennaio 2020

Nuova collaborazione uomo – robot: arriva la tuta hig- tech che migliora il luogo di lavoro

Saghe cinematografiche, divulgazioni scientifiche e frequenti dibattiti: Il rapporto uomo – macchina è sempre stato uno dei temi più delicati, discussi e indubbiamente affascinanti della società.

In molti ormai sostengono che per sfruttare appieno i benefici dell‘intelligenza artificiale il rapporto tra essere umano e robot va trasformato in una dimensione di collaborazione combinando perfettamente le abilità umane con quelle artificiali.

Quello che sembrava essere fantasia o semplice futuro, ora è alle porte: è infatti in arrivo dall‘Istituto di Tecnologia ( lit) il primo vero grande passo per unire robot e umano: si tratta “AnDy“, una tuta completamente sensorizzata che controlla e monitora la postura e gli sforzi del corpo umano durante movimenti rapidi e dinamici come quello del lavoro diurno.

www.lavocedigenova.it

Utile anche per gli sportivi, il prototipo è stato finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, creando una tuta hi-tech dotata di 17 sensori indossabili, scarpe comprese, con l’obbiettivo di controllare un robot detto “ cobot” rendendolo collaborativo.

Il progetto coordinato da Daniele Pucci, grazie ai suoi particolari algoritmi e all’infrastruttura software, permettono di caratterizzare i movimenti umani di una persona e di un intero gruppo in meno di un millisecondo, permettendo di ricostruirne il movimento e la posizione all’interno di un ambiente.

www.skytg24.it

Il prototipo “AnDy” è stato validato a Genova dai ricercatori del Dynamic Interaction Control Lab monitorando il corpo in alcuni scenari come: nello spostamento di carichi all’interno di un magazzino, analizzandone lo stress delle articolazioni e la posizione e giocando a calcio per mostrare l’applicazione della tuta all’interno di una situazione dinamica.

I benefici di questa tecnologia sono diversi: dal miglioramento dell’ergonomia negli ambienti di lavoro minimizzando lo stress muscolo – scheletrico, alla diminuzione del rischio di infortuni. Anche se non potrà mai sostituire completamente l’umano, AnDy potrebbe produrre un incredibile impatto sulla vita e sul lavoro di tutti i giorni trasformandosi in un’opportunità migliorativa sul lavoro stimolando la creazione e lo sviluppo di nuove funzioni.

Archivi
calendar
Ultimi articoli
“Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
16 Febbraio 2020
leggi tutto
Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d'impresa
14 Febbraio 2020
leggi tutto
Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Bhutan: l'incredibile fascino del Paese più felice del mondo
13 Febbraio 2020
leggi tutto
Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
11 Febbraio 2020
leggi tutto
Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
10 Febbraio 2020
leggi tutto
Parco giochi per anziani: l'incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
09 Febbraio 2020
leggi tutto
Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
08 Febbraio 2020
leggi tutto
Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
07 Febbraio 2020
leggi tutto
I cani al lavoro con il padrone, Unicredit ed il successo del pet-friendly
06 Febbraio 2020
leggi tutto
Dall'Italia pronto un test europeo per la diagnosi del Coronavirus
05 Febbraio 2020
leggi tutto
Due mari che si abbracciano, ma che mai si uniscono, le sorprese della natura
04 Febbraio 2020
leggi tutto
Lego Braille Bricks: la prima serie di mattoncini Lego per bambini non vedenti
03 Febbraio 2020
leggi tutto
Cosa c’è di meglio di una buona tazza di the caldo?
02 Febbraio 2020
leggi tutto
Giardino verticale, un toccasana per la salute ed il benessere in casa
01 Febbraio 2020
leggi tutto
mail instagram facebook youtube
Cookie Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Accetta Scopri di piu
close
Condividi il nostro articolo sui social